ICC negli ultimi contest RTTY

In questo post si era inizialmente pensato di concentrarci su un’approfondita analisi dell’ultimo WPX RTTY, tema che è ampiamente trattato di seguito. Prima però una stupenda notizia:

La recente pubblicazione dei risultati del CQWW RTTY 2020 incorona l’Italian Contest Club come primo classificato mondiale nella combattuta categoria dei Club!

Ebbene sì, dopo qualche mese di risveglio, riassestamento e vera rivoluzione, siamo entrati dirompenti nella classifica per Club di uno dei contest più prestigiosi.

Si legge nell’articolo della rivista CQ Magazine:

…La gara per il Top dei DX, ed anche, per il World, si è giocata in Europa dove l’Italian Contest Contest è stato capace di battere i 7 anni vincitori del Bavarian Contest Club, vincendo con 30 log in meno e 4.5M di punti come margine. L’EA Contest Club si assicura il  terzo posto, seguito dal Ukranian Contest Club in quarta posizione con diversi log, e l’Interest Group RTTY a chiudere la top 5…

Classifica per Club

Quei 67 log ICC a Settembre 2020, di altrettanti iscritti carichi di entusiasmo, aiutano anche a leggere i numeri di seguito con una prospettiva diversa.

Il Club, in giusto qualche mese dal suo rilancio, è cresciuto in rappresentanza numerica ed attività, arrivando a 94 log nell’ultimo WPX RTTY. Quasi 30 entusiasti in più, vecchi e nuovi contesters, che si aggiungono ai tanti che di recente hanno manifestato l’interesse per il club e che magari non praticano il RTTY.

Questi numeri sono solo un indicatore, così come i partecipanti alle varie ICC Night Live, ma sono comunque un indicatore di buona salute e di progressione del cammino che il Club sta percorrendo.

Complimenti a tutti per questo primo risultato di cui parleremo ancora nei prossimi mesi.

Riguardo l’ultimo contest CQ, il CQ WPX RTTY 2021

La pubblicazione dei “Raw Scores” è un ottimo pretesto per poter verificare come ci siamo classificati nella nostra attività di contest, sia individualmente che come Club.

È molto interessante infatti fare alcune considerazioni sia relativamente alla partecipazione dei nostri iscritti, sia del totale complessivo dei punti dato dalla somma dei singoli log ICC. Questa può essere un’occasione di riflessione per capire a che punto siamo adesso e per definire alcuni obiettivi per il futuro.

Innanzitutto, complimenti a tutti i partecipanti. Ci sono log da migliaia e centinaia di qso ed altri con qualche decina. Tutti hanno contribuito a quello che, a nostro modo di vedere, è già un successo. Bravi tutti!

Con riferimento al punteggio “aggregato” Italian Contest Club ecco alcuni numeri di riepilogo di questa edizione del WPX RTTY.

Ben 94 stazioni hanno mandato il proprio log indicando l’appartenenza all’ICC, la metà dei quali (53%) ha partecipato nella categoria SOAB LOW POWER.

Il punteggio complessivo ottenuto sommando i vari score si attesta a 80.289.699. La classifica generale per Club, calcolata sulla base dei Raw Scores (prima del controllo dei log e di eventuali decurtazioni e/o squalifiche) vede, al momento, questa situazione:

Un buon secondo posto mondiale tra tutti i Club partecipanti. Il primo gradino del podio è attualmente occupato dal famoso Bavarian Contest Club, BCC. Il distacco è notevole, circa 19Mln di punti (il 23% circa del nostro punteggio).

Possiamo raggiungerli?

Per rispondere a questa domanda abbiamo cercato di analizzare il potenziale del log degli Italiani e vedere cosa potremmo raggiungere incanalando tutti i log sotto un’unica bandiera, quella dell’ICC. Prima di soffermarci sui  numeri è bene ricordare che l’ICC non ha mai negato il pensare in grande e di credere fermamente che come Italiani possiamo davvero fare squadra. Ciò detto è chiaro che tutte le identità oltre ICC sono parimenti degne di essere citate e partecipate

Il potenziale Italiano

Alcuni italiani hanno deciso di inserire altri Club o associazioni nei loro log. Partendo comunque dal presupposto che le associazioni radioamatoriali e le varie sottosezioni locali non sono Contest Club, abbiamo provato a verificare quanto incidono tali log sul computo complessivo del risultato.

Parliamo di ben 28 log, per complessivi 17,5Mln di punti! Più del 90% del gap di punteggio che ci separa dal BCC!

E gli italiani che non hanno indicato nulla?

Ammontano a 123 log, per un corrispettivo di 26.478.345 punti. Sono moltissimi, un enorme potenziale attualmente non incanalato in nessun Club. Le motivazioni possono essere tantissime, dal non riconoscersi parte di alcun gruppo, alla semplice dimenticanza al momento dell’invio del log.

È inoltre indicativo notare che, tra queste 123 stazioni, ci sono alcuni iscritti all’ICC. Ben 15 con 9Mln di punti dichiarati!

Per questi ultimi la spiegazione può risultare alquanto semplice, dimenticanze che possono capitare a tutti. Ecco perchè – spoiler – abbiamo già chiesto all’ottimo Paolo,  IK3QAR, la possibilità di prevedere, nel suo programma, il salvataggio dell’ultimo Club dichiarato in precedenza nel log di stazione, così da non doverlo re-inserire manualmente di volta in volta.

Il confronto con il BCC

Dall’analisi dei log inoltrati al committee da parte dei partecipanti, si nota come il Bavarian Contest Club abbia messo in campo più multi op rispetto a noi (10 vs 3) e che i singoli operatori prediligano la categoria HP a quella LP/QRP. Sicuramente questo aiuta ad avere una base punti maggiore.

Conclusioni

Il punteggio del Bavarian Contest Club era quindi raggiungibile nell’ultimo CQ WPX RTTY? la risposta è SI.

Se anche solo tutti gli iscritti all’Italian Contest Club avessero evidenziato la propria appartenenza all’ICC e così avessero fatto anche quelle stazioni che hanno segnalato invece la propria iscrizione alle varie associazioni e sezioni locali, il gap di punteggio con il club che attualmente occupa il primo gradino del podio sarebbe stato irrisorio e la graduatoria finale sarebbe stata passibile di modifica a fronte delle normali decurtazioni di punteggio dovute al controllo dei log.

Inoltre, il potenziale non sfruttato (Club non indicato) dei log italiani è tale da poterci permettere di avere pure un margine di sicurezza in un’eventuale vittoria. Dobbiamo quindi allearci tutti quanti e far conoscere l’Italian Contest Club a quanti più possibile al fine di poter arrivare compatti ed uniti al prossimo contest e tentare di vincere la famosa categoria per Club nei contest che la prevedono.

A cosa serve quindi questa analisi ed il paragone con il BCC? Forse a nulla o comunque ha poca rilevanza. In fin dei conti stiamo comparando un forte senso di identità e la gloriosa e lunga storia del BCC con un giovane contest club, l’ICC, che solo recentemente sta acquisendo un ruolo più articolato del semplice “contenitore di log”.

Il confronto è quindi teso a spronarci e migliorarci tutti prendendo come esempio e target i migliori della classe. Allo stesso modo in cui, in preparazione di un contest, andiamo a valutare i log degli anni precedenti ed a delineare la nostra strategia, anche noi come Club abbiamo ritenuto di dover sviluppare questa breve analisi al fine di identificare i migliori (BCC) e spronare tutti i nostri iscritti a migliorare e unirsi per fare sempre meglio.

Per noi di ICC, i migliori sono alla nostra portata.

73!

Un commento

Lascia un commento